PROJECT BASKING SHARK TRACKING 2011-2012

ARGOS ID: 41556/19B0A4C - TAG CODE: 10S1176

GUARDA QUI IL PROGETTO DI PROTEZIONE DEGLI SQUALI PELAGICI

 

VEDI I REGOLAMENTI DELLE SPECIE CITES PROTETTE:

  • (CE) 2724 del 23/04/01(pag.34) 11a conf. Gigiri (Kenia) 10/20 apr 2000

  • (CE) 1497 del 27/08/03(pag.59) 12a conf. Santiago (Cile) 3/15 nov 2002

  • (CE) 1332 del 19/08/05(pag.43) 13a conf. Bangkok (Thailand) oct 2004

  • (CE) 318 del 08/04/08(pag.42) 14a conf. La Haya (Paesi Bassi) giu 2007

  • (UE) 709 del 12/08/10(pag.39) 15a conf. Doha (Qatar) mar 2010

  • (UE) 750 del 07/08/13(pag.60) 16a conf. Bangkok (Thailand) mar 2013

CHI NON RISPETTA LE LEGGI CITES VIENE SANZIONATO SECONDO IL DECRETO LEGGE SULLE SANZIONI N.150/1992 ART.2 COMMA.3 CON UNA PENALE DA 1000,00€ A 6000,00€ 

In Italia, l'ente preposto alla protezione delle specie a rischio di estinzione è il Corpo Forestale dello Stato. Facciamo un appello a tutte le persone a conoscenza dell'esistenza di specie protette con documenti non in regola di segnalarle agli uffici più vicini a loro. Segnalateci se trovate in vendita nei supermercati carne di squalo protetto CITES. L'elenco degli uffici si trovano sul sito: www.corpoforestale.it

Seguire uno squalo elefante con un sistema satellitare è sicuramente una delle cose più belle che un ricercatore possa riuscire a fare. Oggi è possibile grazie a nuove tecnologie. In questa sezione saranno visibili gli studi del progetto di marcatura di uno squalo elefante nel mediterraneo. Il progetto è stato sviluppato da Riccardo Sturla Avogadri in collaborazione con l'Università di Pisa e l'Albatros Top Boat con cui è stato comprato il tag satellitare. Ogni anno arrivano nel mediterraneo un gruppo di squali elefante protetti dal CITES in appendice II allegato B, rischiando di finire nelle reti dei pescatori. Il progetto ha lo scopo di marcare uno squalo elefante per monitorizzare il suo spostamento e informare la capitaneria e i pescatori per evitare di farlo entrare nelle reti. Appena lo squalo elefante si avvicina a zone di pesca scatta l'allarme specie protetta e i proprietari di reti, long lines o palangari vengono immediatamente informati del rischio che stanno correndo: pescare per sbaglio una specie a rischio di estinzione protetta dal CITES. Il compito di proteggere le specie CITES in Italia è obbligo dalla Guardia Forestale dello Stato. L'accuratezza del segnale è di +/- 350 metri. Il giorno 30 gennaio 2011 alle ore 11:00 gmt è stato attivato il tag 41556, messo in acqua e aspettato il segnale, dopo almeno due incroci di satelliti il segnale è arrivato alle ore 1402Z con latitudine 40.874N 9.612E. Inseriti nella pagina di google earth ha dato il punto con un errore di circa 1700 mt verso Ovest. Secondo segnale ricevuto alle 1622Z con latitudine 40.872N 9.609E con un errore di 1900 metri verso Ovest. Po il tag è stato messo in posizione Std-by usando il magnete.

  1. Stampare o visualizzare le istruzioni del manuale spot5 - scarica manuale
  2. Installare prima sul PC USB-BLUE DRIVER WILDLIFE - scarica driver
  3. Installare il programma spot5 6-digit Argos PTT ids version 5.03.1003 - scarica programma
  4. prendere il cavo usb/4pin originale Wildlife e collegarlo al tag AM-S253A
  5. Tenere lontano il reset magnet dal tag
  6. avvicinare il magnete al centro del tag finche non si accende la luce rossa che deve restare accesa - video
  7. accedere al menu e settare tutti i parametri richiesti
  8. dal menu si può scegliere la funzione stand-by o attivazione cliccando i relativi pulsanti
  9. senza menu si possono attivare avvicinando il magnete al tag con particolari sequenze le funzioni:
  • std-by  2 blinks 3 secondi pausa 2 blinks - video
  • attivo 10 blinks - video

Host: Netdis.cls.fr - Porta: telnet - Terminale: vt100

USER: ---- PASSWORD:---- SINTASSI COMANDO: COM,---,,-----

VISUALIZZAZIONE MAPPA : inserire lat + long

SITO ARGOS

TAG ELETTRONICO E ACCESSORI

APPLICATORI - PUNTE - CAVETTI

Olimpus Crimping Plier 26 cm for double sleeves 0.5 - 2.2 mm